€ 10,00

spedizione compresa

Sottoscrittori Card Moltefedi -25%

49 pagine
finito di stampare nel settembre 2018
Coop Achille Grandi Editrice
ISBN 9788894274257

DALLA PARTE DI CAINO
per una giustizia riparativa

di Claudia Mazzucato

Con “DALLA PARTE DI CAINO, per una giustizia riparativa“, libro nato da una conferenza di Moltefedi, l’autrice ci offre le sue riflessioni sul perdurare di una risposta ritorsiva al crimine e sull’opportunità di una giustizia riparativa. Il libro contiene anche un contributo del gesuita Guido Bertagna ed uno di Giulio Russi del Centro di Giustizia Riparativa di Bergamo.

Prefazione di Daniele Rocchetti

È stato un incontro felice quello con Claudia Mazzuccato. Abbiamo incontrato una bella persona che ci ha aperto lo sguardo su un modo diverso di concepire la giustizia, sia che riguardi la conciliazione nel lontano Sudafrica (tema del suo primo incontro a Molte Fedi) o Caino (che è il testo che troverete nelle prossime pagine). Un tentativo importante, in tempi come questi, per offrire un paradigma giuridico in grado di affrontare i conflitti scaturiti da azioni illecite, coinvolgendo la vittima, il reo e la comunità civile. (clicca qui per continuare a leggere la prefazione)

DALLA PARTE DI CAINO per una giustizi riparativa
N. TESSERA ACLI
ID CARD MOLTEFEDI

NOTE SULLA SPEDIZIONE

Il libro verrà spedito col servizio “pieghi di libri” di  Poste Italiane, che lo consegnerà in (generalmente) cinque giorni lavorativi.

Ti suggeriamo di indicare un indirizzo presidiato.

Indice

Introduzione di padre Bertagna……pag. 7

Dalla Parte di Caino.
Per una giustizia riparativa……pag. 21

Il Centro di Giustizia
Riparativa di Bergamo……pag. 47

CLAUDIA MAZZUCATO
è docente associata di Diritto Penale presso l’Università Cattolica di Milano. I suoi studi si concentrano sulla giustizia riparativa, la riforma del sistema sanzionatorio e i modelli innovativi di risposta al reato. Nell’ambito della sua attività è componente dell’Alta Scuola “Federico Stella” sulla giustizia riparativa, per la quale coordina i gruppi di ricerca. Si è dedicata allo studio del rapporto tra giustizia e letteratura e ha partecipato come mediatrice al percorso di giustizia riparativa tra vittime e responsabili della lotta armata raccontato ne Il Libro dell’incontro (Il Saggiatore, 2015). Ha inoltre collaborato al testo Storie di giustizia riparativa (Il Mulino, 2017), raccontando il cammino del Sudafrica post Apartheid verso un percorso di riconciliazione basato sulla comprensione, la riparazione e l’Ubunto, l’abbraccio.