In “ESSERE GIUSTI COL DESIDERIO ovvero COME DIVENTARE UOMINI” Silvano Petrosino dapprima ricorda due interpretazioni (già note) della parabola della vigna, poi ne propone una terza, più profonda. Da questa fa emergere un’importante domanda, la cui temibilità diverrà evidente nel seguito della riflessione: “che cosa desideri?” Tramite questa affronta lo “sconcerto del desiderio”.

SILVANO PETROSINO
professore associato presso l’Università Cattolica di Milano, è uno dei più apprezzati filosofi italiani. Si è occupato soprattutto del pensiero francese del dopoguerra soffermandosi in particolare sul pensiero di E. Lévinas e J. Derrida. Internazionalmente noto per i suoi studi sull’opera dei due filosofi francesi, ha tradotto in italiano diversi loro testi, dedicando ai due pensatori due monografie, successivamente tradotte anche in francese. Oggetto dei suoi studi sono i legami tra la struttura della razionalità e la dimensione morale dell’agire umano, l’indagine relativa alla struttura dell’esperienza con particolare attenzione al rapporto tra la parola e l’immagine, il tema del luogo e dell’abitare.