Il progetto

Per una convivialità delle differenze

Da oltre mezzo secolo le ACLI operano all’interno della società civile e politica italiana per aiutarla a mantenersi attenta e sensibile ai bisogni delle persone. Una società è fatta di relazioni e di tradizioni, di lavoro e di economia, di servizi alle famiglie e alle persone, di comunità che cambiano con il cambiare dei tempi: le ACLI sono state e sono presenti in tutte queste dimensioni, con lo sforzo continuo di valorizzare l’aspetto umano, personale e sociale del vivere delle persone.

Un’impresa difficile, nei tempi che viviamo, quella di tenere insieme il lontano e il vicino, il locale e il globale: le ACLI stanno dentro questa scommessa provando ad allargare i confini della partecipazione e della solidarietà, della pace e dei diritti umani, partendo dall’idea che una società migliore si costruisce con l’aiuto della gente che attraversa quotidianamente le storie delle nostre città e comunità. Fedeli a questo mandato, forti della propria radice cristiana tradotta laicamente negli impegni di ogni giorno, le ACLI, anche a Bergamo, hanno organizzato una diffusa rete di tutela, aiuto e promozione dei lavoratori, delle loro famiglie e di quanti si trovano in situazioni di difficoltà e di bisogno. Per fare questo hanno dato vita a servizi in diverse direzioni: dal servizio fiscale per famiglie e pensionati (Caf e Patronato) alla consulenza al mondo della cooperazione e delle imprese no profit (Cesac); dall’impegno in ambito formativo (Enaip), al sistema edilizio cooperativistico (Consorzio ACLI Casa) a quello per il sostegno in situazioni di fatica e difficoltà (Consorzio La Cascina e Consorzio Ribes). Attraverso percorsi formativi, incontri ed attività pubbliche sul territorio le ACLI cercano di far maturare nelle nostre comunità la passione per il mondo – casa accogliente per tutti – e di far scorgere le tracce di Dio dentro il tempo che viviamo.

L’analisi e lo studio, l’azione educativa e sociale, la laicità, il sostegno alla persona e l’attenzione alla dimensione spirituale dentro la storia sono storicamente i cardini dell’impegno delle ACLI. La sede delle ACLI provinciali di Bergamo è in via S. Bernardino 59, ma le ACLI sono presenti e attive in provincia attraverso l’azione di più di sessanta circoli territoriali.

MOLTE FEDI SOTTO LO STESSO CIELO è un ciclo di incontri promosso dalle ACLI, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Bergamo, in collaborazione con moltissimi gruppi e associazioni del nostro territorio. L’obiettivo del percorso è quello di imparare un alfabeto delle culture e delle religioni che attrezzi a vivere con responsabilità e discernimento la sfida epocale del mondo plurale a cui, inevitabilmente, saremo chiamati in un futuro non troppo lontano. La nostra convinzione è che per vivere, e non subire, le trasformazioni in atto siamo chiamati, da un lato, a conoscere più e meglio non solo lo stesso cristianesimo, ma anche le religioni “altre”, cercando di evitare i ricorrenti pregiudizi e facilistici pressapochismi; e dall’altro, a educarci pazientemente al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso. Un impegno civile a costruire “terre di mezzo” in grado di far crescere la cultura dell’inclusione.

La proposta è ambiziosa perché presuppone non solo incontri e dialoghi ad alto profilo con testimoni del nostro tempo, ma anche, in parallelo, percorsi di carattere storico artistico, letture di testi delle grandi tradizioni religiose, ascolto di musiche, presentazioni di spettacoli teatrali, itinerari a piedi, visite guidate, seminari di approfondimento, percorsi di formazioni per giovani e per le scuole, pranzi e momenti di preghiera con le diverse comunità religiose presenti a Bergamo. Momenti di convivialità, incontro e ascolto. Tracce di senso e speranza per il mondo di oggi.