Giorgio Bernardelli

Lunedì 9 novembre 2015 Ore 20.30 - Auditorium Sala Gamma - Torre Boldone, via S. Margherita 2

Padre Bruno Hussar,

Fondatore di Nevè Shalom- Wahat al Salam

con Giorgio Bernardelli, giornalista

Giorgio Bernardelli è giornalista della rivista Mondo e Missione, il mensile del Pime, Pontificio Istituto Missioni Estere . Collabora con Avvenire, quotidiano di cui è stato per anni vice-responsabile dell’informazione religiosa.
Alla Terra Santa ha dedicato diversi libri tra cui la guida “Terra Santa. Viaggio dove la fede è giovane” (Ed. Ave, 2009). Sul sito www.terrasanta.net tiene la rubrica “La porta di Jaffa” in cui commenta l’attualità del Medio Oriente. Ha ideato e curato la mostra itinerante “Giusti dell’Islam” nel quale racconta le storie di musulmani che salvarono ebrei durante la Shoah

Padre Bruno Hussar è stato un costruttore di ponti tra nazionalità, tra religioni, tra uomini: “Tutto è cominciato nel 1970, con un “sogno”. In Israele spesso tutto comincia con un “sogno” che poi arriva ad essere realtà. La sola alternativa alla guerra fratricida non è, appunto, l’incontro personale e diretto? Ebrei ed arabi palestinesi, siamo destinati a vivere e a costruire insieme o a morire insieme distruggendoci a vicenda. Solo l’educazione ad ascoltare l’altro e ad essere pronti a pagare il prezzo di questo tesoro che è la pace può essere un luminoso raggio di speranza nella notte”. Padre Bruno Hussar raccontava così gli inizi della sua avventura a Nevé Shalom- What al Salam il villaggio da lui fondato vicino a Gerusalemme in cui israeliani e arabi palestinesi vivono insieme. L’organizzazione del villaggio comprende un sistema educativo binazionale per bambini, un luogo per l’incontro fra i due popoli “La Scuola per la Pace”, un centro spirituale pluralistico,”Doumia-Sakinah”. I membri del villaggio sono impegnati nel lavoro di educazione per la pace, l’uguaglianza e la comprensione fra le due popolazioni.

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A PARTIRE DA LUNEDI 26 OTTOBRE.

IN COLLABORAZIONE CON:

Parrocchia San Martino di Torre Boldone