Il sale della terra

Mercoledì 4 novembre 2015 ore 20.45- LAB80 Auditorium Piazza della Libertà, Bergamo
Regia di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado - Genere: Documentario Durata 100 minuti - Nazione: Brasile, Italia, Francia - Anno: 2014
Magnificamente ispirato  dalla potenza lirica della fotografia di Sebastião Salgado, Il sale della terra è un documentario monumentale,  è un’esperienza estetica esemplare e potente, un’opera sullo splendore del mondo e sull’irragionevolezza umana che rischia di spegnerlo.
Alternando la storia personale di Salgado con le riflessioni sul suo mestiere di fotografo, il documentario ha un respiro intimo e cosmico insieme, è un oggetto fuori formato, una preghiera che dialoga con la carne, la natura e Dio.

Fotografo umanista della miseria e della tribolazione umana, Salgado racconta le storie della parte più nascosta del mondo e della società. Spogliate dalla distrazione del colore, le sue fotografie attestano la conoscenza precisa dei luoghi e la relazione di prossimità che l’artista intrattiene con gli altri, sono un mezzo, prima che un oggetto d’arte, per informare, provocare, emozionare. Foto che arrivano dentro alle cose perché nascono dall’osservazione, dalla testimonianza umana, da un fenomeno naturale. Un lavoro scritto con la luce e da ammirare in silenzio.

Un viaggio epico quello di Salgado che testimonia l’uomo e la natura, che non smette di percorrere il mondo e ci permette di approcciare fotograficamente le questioni del territorio, la maniera dell’uomo di creare o distruggere, le storie di sopraffazione scritte dall’economia, l’effetto delle nostre azioni sulla natura, intesa sempre come bene comune. Perché dopotutto la domanda che pone la fotografia di Salgado è sempre ‘dove’? In quale luogo? E determinare il luogo è comprendere il senso della narrazione dell’altro.

INGRESSO €5,00. PER CHI RITIRA PRESSO INFO POINT O SEDE ACLI €4,00.
PRENOTABILE A PARTIRE DA LUNEDI 14 SETTEMBRE.

IN COLLABORAZIONE CON:

Lab80 Film