Leonardo Becchetti

Martedì 10 novembre 2015 ore 20.45 -Auditorium Liceo Mascheroni- Bergamo, Via Alberico da Rosciate 21

Riflessione di Leonardo Becchetti, economista

C’era una volta la crisi. Un paese in emergenza. Le ragioni per sperare.

Nell’episodio della malattia del celeberrimo “Caro Diario” il dottore dice a Nanni Moretti che si può guarire ma che dipende anche da lui. Nanni Moretti allora pensa tra sé ironicamente che “se dipende da me allora so che non ce la farò”. L’Italia nel pieno di una grave crisi economica rischia di cadere in questo circolo vizioso del pessimismo, affrontando questa crisi di speranza soltanto sulla dimensione economica. E’ lo sbaglio di una cultura che non capisce che gli incentivi più potenti all’operosità umana non sono quelli monetari. E che non vede i segni di speranza che già brillano. “A chi dice come si fa a sperare nel cambiamento” – scrive Becchetti – “dico che la differenza tra speranza e disperazione sta tutta nel diverso punto di osservazione da cui si parte”. Una speranza che necessita di essere costruita dall’azione dei cittadini. Ma che traccia la possibilità di riprendere la strada per un’economia dal volto umano.

Leonardo Becchetti è docente ordinario di Economia Politica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata. È autore di numerosi lavori sui temi della crescita, dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale dei consumi e dei risparmi. E’ autore di numerosi saggi tra i quali ricordiamo: “Cambiare il mondo” (Il Margine, 2015); “Next. Una nuova economia è possibile” (Albeggi, 2014). E’ Presidente del comitato scientifico di Next, Nuova Economia per Tutti, e Direttore del sito www.benecomune.net. Editorialista dell’ Avvenire e autore del blog su Repubblica.it  “La felicità sostenibile”, dove affronta i temi dell’economia civile, della macroeconomia e della finanza etica.

POSSIBILITÀ DI PARCHEGGIO NEL CORTILE INTERNO DELLA SCUOLA

INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA A PARTIRE DA MARTEDI 27 OTTOBRE.

IN COLLABORAZIONE CON:

Provincia di Bergamo

Centro Servizi Bottega del Volontariato