1° gruppo: ore 10.00 – 2° gruppo: ore 15.00

Accompagnate dalle guide turistiche
Rosella Ferrari e Perlita Serra Bailo

Settembre | Ottobre

Sabato 22 settembre
Borgo S. Caterina ang. via Corridoni, presso pizzeria Vesuvio

Le acque sotto la città moderna

Sotto la città moderna scorre una fitta trama di corsi d’acqua (rogge, canali, torrenti) che sono stati per lo più interrati all’inizio del secolo scorso. Ma qua e là riemergono a ricordarci il valore dell’acqua, motore per varie attività produttive che hanno segnato, in alcuni casi, la toponomastica. Una passeggiata per scoprire le tracce di questo “tessuto” e leggere un volto inedito della città.

Sabato 29 settembre
Ritrovo: Colle Aperto, presso l’edicola

Il tessuto murario della città antica

Le pietre e i mattoni costituiscono il tessuto murario di Bergamo. Non attirano, di solito, il nostro sguardo: per questo proponiamo una visita che porrà attenzione proprio ai “tasselli” che nel tempo hanno costruito la città di oggi: cercheremo di capire da dove vengono, il modo in cui sono stati utilizzati e talvolta scopriremo la “firma” di chi li ha preparati per l’uso.

Sabato 13 ottobre
Ritrovo: Fara, davanti alla chiesa di S. Agostino

La citta’ scende verso il piano:
il borgo di Sant’Antonio

Gli abitanti della città murata, per coltivare campi, allevare animali, svolgere attività produttive diverse, sono sempre scesi in pianura. I sentieri formati dal calpestio dei passi di chi scendeva, giorno dopo giorno, anno dopo anno, sono nel tempo diventati i cinque “borghi” che conosciamo. Percorreremo il borgo di S. Antonio, che dalla porta S. Agostino si sviluppa in direzione di Brescia e Venezia, scoprendo palazzi e chiese, corsi d’acqua e attività produttive… Vedremo nascere sotto i nostri occhi la nuova città.

Sabato 20 ottobre
Ritrovo: sagrato della chiesa di S. Andrea, via Porta Dipinta

Uno scrigno neoclassico per tesori nascosti

La chiesa di S. Andrea, in via Porta Dipinta, è poco conosciuta perché negli ultimi anni spesso chiusa. Sta ora vivendo una nuova primavera, che ci permette di visitarla, scoprendo la sua storia millenaria, la sua architettura e i tesori che racchiude. Compreso un teatro sconosciuto e affascinante, che sta tornando a nuova vita.

Iscrizione euro 7 – Card euro 5
Prenotazione obbligatoria
a partire da lunedì 3 settembre 2018