Consegna computer Premio Costruttori di ponti | 19 novembre ore 17

Il dono di Filippo Grandi per un sostegno concreto agli studenti rifugiati

Sono rifugiato ma ai miei sogni non rinuncio: un computer per studiare in sicurezza, tutelando la salute, i diritti e le aspirazioni dei rifugiati.

Giovedì 19 novembre 2020, ore 17.00 - evento in diretta streaming dalla Casa Valdese di Torino sulla pagina Facebook di Mosaico (https://www.facebook.com/events/676083069776414/ ) e sul canale YouTube di MosaicoRefugees.


Nel corso degli anni Mosaico ha continuato a sostenere gli studenti rifugiati, permettendo loro di continuare il loro percorso per gli studi superiori e universitari, attraverso un servizio di orientamento, traduzione e riconoscimento dei titoli di studio pregressi per  'iscrizione ai corsi, reperimento di libri e computer, vitto e alloggio.

Dalla primavera 2020 si è deciso di prestare un’attenzione particolare nei confronti delle esigenze emerse durante l’emergenza sanitaria da Covid-19. In questa delicata fase, in cui la didattica è mutata completamente, dispositivi quali computer e tablet sono diventati strumenti indispensabili per il proseguimento degli studi, per la didattica a distanza e per il sostenimento degli esami secondo le nuove modalità imposte dall’emergenza sanitaria.

Grazie al dono e al pensiero di Filippo Grandi, High Commissioner UNHCR e vincitore del premio “Costruttore di Ponti”, assegnato in occasione della manifestazione “Molte Fedi sotto lo stesso Cielo” 2020, Mosaico amplierà l’intervento a sostegno degli studenti, fornendo loro dei personal computer per garantire loro un accesso più sereno alle nuove modalità didattiche.

In occasione dell’avvento del nuovo anno accademico, gli studenti potranno proseguire il proprio percorso formativo con gli strumenti necessari per il mutato contesto universitario.

L’evento di consegna dei computer avverrà il 19 novembre 2020 a partire dalle ore 17 e sarà trasmesso in diretta streaming dalla Casa Valdese di Torino.

In questa occasione sono invitati a intervenire esponenti dell’UNCHR, in particolare Chiara Cardoletti (Rappresentante per l’Italia), Ana de Vega (Senior Protection Officer) e Massimo Gnone (Durable Solutions Associate); interverranno del mondo accademico quali Simona Taliani (Università degli Studi di Torino) e Michele Manocchi (University of Western Ontario, Canada) e Salvatore Bottari del Comune di Torino.


Aiuta la Rivista Africa con un click
Precedente

Aiuta la Rivista Africa con un click

Lascia la recensione
Un progetto finalizzato a regalare l’abbonamento d...
Leggi di più
Aiuta la Rivista Africa con un click
Successivo

Aiuta la Rivista Africa con un click

Lascia la recensione
Un progetto finalizzato a regalare l’abbonamento d...
Leggi di più