L'Astrolabio

 


L’Astrolabio è il podcast
di Molte Fedi sotto lo stesso cielo, disponibile sul nostro sito e sulle principali piattaforme (Spotify, Google Podcast, Apple Podcast). Un progetto che vuole raccontare l’attualità interreligiosa e interculturale, con l’ambizione di decifrare il cielo a partire dalla terra.

20 minuti d’ascolto e di approfondimento con ospiti di livello. Per accompagnare i ritmi quotidiani. Per tenere alto lo sguardo sull’avvenire.

2x07. Mario Tozzi | Verso la quindicesima edizione

 

Ripartire e riparlare di ambiente. 
Molte Fedi 2022 è ormai alle porte: per quest'occasione abbiamo deciso di riproporvi i passaggi salienti dell'evento in anteprima di mercoledì 11 maggio, in cui abbiamo ospitato il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi.


2x06. Il re del mondo | Franco Battiato e la facoltà dello stupore

 

Moriva un anno fa Franco Battiato.
La sua musica è stata definita una straordinaria e micidiale promessa di senso. 

Un uomo in costante ricerca, attraversato per gran parte del suo percorso musicale da una spiritualità profonda e sincretica, dove Dio era una fede in forma di aspirazione e una pratica quotidiana.

Con Luca Barachetti, giornalista di Eppen, e Paolo Trianni, filosofo, teologo e grande esperto del cantautore.

2x05. Charles De Foucauld | Un fratello universale

 

Una verità nomade, un travaglio e un’inquietudine continua, una postura accogliente e dimessa.
In occasione della canonizzazione del 15 maggio prossimo, abbiamo voluto ripercorrere i tratti salienti della vita di Charles de Foucauld nei quali si intravedono i colori del nostro tempo, le tensioni dell’uomo postmoderno, la ricerca costante e il desiderio di dialogo.
Con Maria Chiara Ferrari, già responsabile internazionale delle Piccole sorelle di Gesù e che ora vive alla Sesta Stazione a Gerusalemme.

2x04. Russia e Ucraina | Chiese sorelle?

 

Per mettere a fuoco un aspetto solo apparentemente minore di questo conflitto: la divisione tra la chiesa ortodossa di Ucraina e la chiesa ortodossa di Mosca. Una storia che porta con sé ferite di antica data, risentimenti arrugginiti, diatribe teologiche e politiche. Con la guida di Lorenzo Prezzi, dehoniano, giornalista, direttore del blog di informazione SettimanaNews e grande esperto di questioni tra cattolicesimo e ortodossia.

 

2x03. Un albero di cachi | La speranza di Nagasaki

 

Alle 11:02 del 9 agosto 1945 un ordigno atomico viene sganciato sulla città di Nagasaki. Un albero di cachi riesce miracolosamente a sopravvivere: a distanza di quasi cinquant’anni, un arboricoltore ne ottiene delle pianticelle di seconda generazione da cui nascerà un progetto di pace.
Ne abbiamo parlato con Rossella Marangoni, studiosa indipendente della cultura giapponese e collaboratrice dell'Associazione Kokoro di Bergamo.

 

2x02. La comunità di Taizé | Una parabola di unità

 

Nel 1940, a 25 anni, un giovane svizzero, Roger Schutz, inforca la bicicletta e da Ginevra si dirige verso la Francia. Si ferma a Taizé, un villaggio nel cuore della Borgogna, dove un notaio gli indica una casa in vendita. E da qui nasce il sogno e la storia di una comunità ecumenica che ancora oggi raduna giovani dal mondo ed è segno di riconciliazione.

Con Silvia Scatena, docente di Storia Contemporanea all’Università di Modena e Reggio Emilia. 

2x01. Un'oasi di pace | Neve Shalom Wahat al-Salam

 

1972. Un terreno nella valle di Ayalon e un visionario, padre Bruno Hussar. Da lì nascerà Neve Shalom Wahat al Salam, un villaggio tra Gerusalemme e Tel Aviv dove dagli anni Settanta convivono insieme ebrei e palestinesi di cittadinanza israeliana. A raccontarlo, le voci di Gal Zak e Bissan Tibi, due ragazzi cresciuti nel villaggio.    

 

 

1x07. "Corsi a vedere il colore del vento". Fabrizio De André e La Buona Novella

 

1970. In pieno fermento sessantottino, Fabrizio De André pubblica "La Buona Novella", un disco che racconta il Gesù uomo, "il più grande rivoluzionario della storia", per citare le parole del cantautore genovese. Una storia, quella di Gesù, raccontata con gli occhi di sua madre e a partire dai Vangeli apocrifi. Con il contributo di don Carlo Scaciga, prete amico di De André, e Paolo Ghezzi, giornalista e autore del libro "Il Vangelo secondo De André".

 

 

1x06. Rabbini e yiddish. Il mondo ebraico su Netflix

 

Shtisel e Unorthodox. Due serie Netflix con un successo inatteso. L'Astrolabio non ha resistito al fascino del mondo ebraico ultraortodosso. Una puntata, in collaborazione con Jesus, per immergersi nelle storie di Esty e Achiva, i due protagonisti, e per comprendere a fondo tradizioni, rituali e usanze dell'ortodossia ebraica, così lontana e al tempo stesso così accattivante. Con l'intervista a Miriam Camerini, attrice e regista teatrale, e il contributo speciale di Eli Rosen, il rabbino Yossele di Unorthodox.

 

1x05. Tornare a nascere, tornare a morire: la reincarnazione

 

L’Astrolabio si è messo in viaggio: la quinta puntata ha deciso di lasciare la Mezzaluna Fertile e dimorare sulle rive del Gange. Per entrare in punta di piedi nell’induismo, puntando l'attenzione su un argomento che ci intriga e di cui sappiamo veramente poco, se non forse per sentito dire: la reincarnazione. Con il contributo di Shuddananda Svamini Ghiri, monaca induista e membro dell'Unione Induista Italiana.

 

 

1x04. Fino alla fine. Ritratto di Annalena Tonelli

 
 

La quarta puntata de L’Astrolabio non vuole dunque dibattere. Ma solo raccontare. E talvolta basta una storia. Purché sia autentica. Da cacciatori di narrazioni siamo entrati in punta di piedi nella vicenda di Annalena Tonelli, una donna coraggiosa e determinata. Con la sua memoria vorremmo parlare a tutte le donne. Partendo da una trama concreta. Ad Anna Pozzi, giornalista del Pime che ha conosciuto Annalena di persona in Somalia, abbiamo affidato le risonanze di una vita che, nel nascondimento, ha tracciato sentieri.

1x03. Storie controcorrente: i giusti dell'Islam

 
 

Una storia nascosta lì, nel cuore della più grande tragedia del Novecento: la Shoah. Tutti sappiamo che durante il nazismo sei milioni di ebrei vennero sterminati. Pochi sanno che ci furono persone che ebbero salva la vita grazie al coraggio di donne e uomini che misero a repentaglio la loro. Sono "i Giusti tra le nazioni". I loro nomi sono censiti a Yad Vashem, la collina della memoria che dal 1953 a Gerusalemme aiuta il mondo intero a non dimenticare. Quello che quasi nessuno sa è che tra questi eroi ci sono anche settanta musulmani. Ai Giusti dell'Islam abbiamo deciso di dare la parola.

 

1x01. Ebrei e Cristiani: una storia complicata

 
 

17 gennaio. Conversazioni sulla Giornata del dialogo ebraico-cristiano.
Con Francesco Mores, docente di Storia della Chiesa presso la Statale di Milano, Noemi Di Segni, presidente dell'Unione delle comunità ebraiche italiane, Brunetto Salvarani, teologo e docente di Teologia del Dialogo, Elena Lea Bartolini de Angeli, docente di Ermeneutica Ebraica e Marco Cassuto Morselli, curatore della Bibbia dell'amicizia.

 

 

 

1x01. Mappe celesti per il 2021

 

 


Uno sguardo sull’anno futuro a partire dai tre monoteismi. Con Sumaya Abdel Qader, consigliere comunale di Milano e co-fondatrice dei Giovani Musulmani d'Italia, Miriam Camerini, ebrea, attrice e regista teatrale e don Armando Matteo, teologo e scrittore di saggi.

 

 

 

 

Condividi su