Il dattero, il frutto del Corano

Islam | Sumaya Abdel Qader

Data

10 Ottobre 2020

Ora di inizio

12:00

Dove vederlo

Canale YouTube

Ingresso

libero a tutti

Modulo di iscrizione

* campi obbligatori
/ / ( dd / mm / yyyy )

I tuoi dati saranno trattati a norma del Regolamento UE 2016/679, verranno utilizzati per inviarti nostre comunicazioni; non saranno da noi diffusi e potrai recedere in ogni momento dall’iscrizione. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali:
clicca qui...


Puoi decidere di disiscriverti dalla nostra newsletter in qualsiasi momento cliccando sul link presente nelle nostre mail.



"O voi che credete, mangiate le buone cose di cui vi abbiamo provvisto e ringraziate Allah"



Marook è un tipico dolce siriano ripieno di datteri (ma non solo), consumato a Ramadan, spesso proprio per rompere il digiuno restando nella tradizione profetica di usare il dattero per concludere la giornata di digiuno. 

 

 

 

Dosi per 6 / 7 persone 

1 bicchiere e mezzo di latte tiepido

mezzo bicchiere burro fuso

1 uovo

3 cucchiai di zucchero 

1 cucchiaio di lievito di birra secco 

1 cucchiaino sale

1 cucchiaino semi anice 

1 cucchiaio lievito per dolci

1 cucchiaio mahlab (spezia che si trova nelle macellerie arabe)

4 bicchieri e mezzo di farina

 

 

Per la farcitura: 

Cioccolato 50%

Oppure pasta di datteri

Oppure uvetta

Oppure farina di cocco

 

 

Per spennellare i fagotti prima di infornare:

Rosso d'uovo 

Un cucchiaino di aceto bianco

2 cucchiaini di latte

Semi di sesamo da cospargere sopra

 

 

Per spennellare i fagotti dopo la cottura e farli apparire lucidi:

1/4 di bicchiere di acqua con 3 cucchiai di zucchero precedentemente bolliti e raffreddati. 

Cocco per spolverare sopra.

 

 

-

In una ciotola mettete il latte tiepido, l'uovo, lievito di birra secco, i 3 cucchiai di zucchero e il burro buso.
Mescolare e lasciateli 5 min. Aggiungete 3 bicchieri di farina dei 4 e mezzo previsti e il lievito per dolci, il mahlab, l'anice, il sale.
Iniziate a impastare e appena gli ingredienti sono stati assorbiti iniziare ad aggiungere la restante farina fino ad ottenere un impasto monbido.
Fate una pallina e lasciatela riposare un'ora con una pellicola sopra. 

 

 

Una volta cresciuto l'impasto si può maneggiare facilmente e si può dare la forma che si vuole farcendo l'impasto con gli ingredienti suggeriti sopra.
Si possono fare dei fagotti ripieni, trecce o anche una sorta di danubio (tante palline farcite messe vicine in una unica teglia).

Cottura: per circa 20 minuti a 180/200 gradi centigradi, dipende dai vostri forni.

 

 




-
 

Sumaya Abdel Qader, sociologa e scrittrice, è una delle fondatrici dei Giovani Musulmani d’Italia (GMI). Il suo ultimo libro è “Quello che abbiamo in testa” (Mondadori, 2019).